TRAFITTO DA UN RAGGIO DI SOLE
(agosto 2007) (tecnica mista su masonite 95x95 intelaiata) (ingredienti: vari tipi di pasta, stucco, stagnola, colori acrilici)

Questo quadro interpreta una poesia di Quasimodo. “Ognuno sta solo sul cuore della terra trafitto da un raggio di sole ed è subito sera”. Sulla base di quelle parole si sviluppa l’immagine, che si appoggia su una costruzione geometrica rigorosa. L’elemento principale è un cerchio nel centro di un grande quadrato. Il cerchio però è solo intuibile perché è formato da una luna nella cui parte vuota si allunga una figura umana. Questa cerca di impossessarsi di una stella che lo trafigge con un raggio. Dalla composizione centrale, una spirale luminosa si allontana progressivamente verso l’esterno. Piuttosto insoliti (per il mio standard) sono i cromatismi utilizzati, voluti dalla committenza, che imitano il colore delle pietre del pavimento e delle porte del centro benessere dove il quadro ha avuto collocazione.