SISIFO
(novembre 2021) (acrilici su tela 50x50)

Per aver osato ingannare gli immortali, Sisifo è condannato per l’eternità a spingere una pietra sul fianco di una collina. Bizzarro castigo di un dio capriccioso e metafora prodotta nell’antica Grecia, che punisce l’imbroglio con una pena senza fine. Il quadro cerca un movimento ascendente contrastato da flussi mobili opposti. Ecco dunque l’attrito dinamico del giallo a contatto sul viola discendente. La collina è rappresentata da un arco sotteso su un intero angolo retto, dal piano orizzontale alla massima pendenza verticale. La luce del sole, infine, propone se stessa come un peso opprimente che schiaccia il condannato.