ESPANSIONE
(novembre 2021) (acrilici su tela 50x50)

Tutto plasmato in corso d’opera quasi automaticamente. L’idea è partita da un modulo che deriva parzialmente al simbolo yin e yang, moltiplicato e posto in rotazione. Sulla scelta dei ritmi della composizione hanno importanza gli otto assi di simmetria del quadrato. La forma umana diventa musica, movimento, pulviscolo. In un primo momento pensavo ad un contrasto più energico tra sfondo nero e figure rosse ed invece, come si vede, sono giunto in braccio ad armonie senz’altro più morbide. Ciò dimostra che l’idea è una sostanza fluida. Quasi sempre cambia sostanza nel corso dell’opera.